Press "Enter" to skip to content

Ieri incontro nella sede della provincia di Nuoro sull’avvio della procedura di riduzione del personale della Impresa di Costruzioni Maltauro

Si è tenuto ieri pomeriggio negli uffici dell’Assessorato del Lavoro della Provincia di Nuoro l'incontro sull’avvio della procedura di riduzione del personale della Impresa di Costruzioni Maltauro, Impresa titolare dell’appalto per l’ampliamento del serbatoio della diga di Maccheronis.
La riunione si è svolta alla presenza delle Parti Sociali Filca – Cisl e Fillea Cgil, dei rappresentanti politico - istituzionali dei Comuni di Siniscola e Torpè, del Consorzio di Bonifica Sardegna Centrale committente dei lavori, con l’assenza grave della Regione Sardegna Assessorato ai Lavori Pubblici.

Il tavolo, convocato dall’Assessore del Lavoro della Provincia di Nuoro, Giuseppe Dessena, ha raggiunto gli obiettivi principali individuati già nel primo incontro: evitare il licenziamento  e conseguentemente la mobilità per i 19 dipendenti,  sostituendo la mobilità con la cassa integrazione che significa evitare il licenziamento; evitare la risoluzione contrattuale: la ditta Maltauro insieme alla Consorzio di Bonifica Sardegna Centrale hanno superato le difficoltà e programmato, sulla base delle condizioni influenzate dalla stagione e dai relativi bisogni, i lavori per i prossimi mesi sino al completamento della implementazione della diga.

Il Consorzio si impegnerà a presentare la perizia in Regione entro luglio. La ditta Maltauro dunque non solo non risolverà il contratto di appalto dei lavori di completamento della diga Maccheronis  e non licenzierà i suoi dipendenti ma ha dichiarato che è pronta ad utilizzare la cassa integrazione ed il relativo anticipo.

“La capacità della Provincia di stare sui tempi, nonché il contributo di Sindacati e delle rappresentanze politico-istituzionali hanno permesso di evitare un ulteriore dramma sociale e di scongiurare l’abbandono dei lavori - ha dichiarato l'assessore provinciale Giuseppe Dessena -  questo rappresenta per gli operai e le famiglie un motivo di maggiore serenità. Da qui a breve - ha assicurato Dessena -  sarà istituito un nuovo tavolo politico - tecnico che verifichi il procedere dei lavori. È un risultato molto importante quello raggiunto dal tavolo, che una volta di più dimostra come il ruolo di coordinamento rappresenta una funzione costituzionalmente definita di assoluta importanza e utilità  - ha sottolineato l'assessore Dessena ”.

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »