Press "Enter" to skip to content

Ance – Due miliardi di euro per i prossimi 12 mesi per finanziare operazioni di sviluppo immobiliare nel settore residenziale

In un momento di stretta creditizia e di mancanza di liquidità per le imprese di costruzioni, una boccata d’ossigeno arriva da un Accordo Quadro Nazionale denominato “Ripresa Cantieri Italia” stipulato il 23 Giugno 2011 tra l’Ance nazionale e Unicredit. Per far fronte alla crisi e finanziare lo sviluppo immobiliare nel settore residenziale, l’istituto di credito ha deciso di destinare agli associati Ance un plafond di 2 miliardi di euro per i prossimi 12 mesi.

La dimensione-target degli investimenti è fissata in un range compreso tra i 3 e 15 milioni di euro. I progetti per poter essere finanziati, devono essere considerati “bancabili” da parte di UniCredit. L’accordo declinato a livello territoriale prevede la costituzione di un tavolo di confronto congiunto per favorire una più efficace gestione delle criticità dei progetti in corso. A febbraio 2012, sono già state finanziate 349 operazioni per un totale di 349.960.106 euro. Ieri pomeriggio a Cagliari, nella sede dell’Ance Sardegna il presidente Maurizio de Pascale ha sottoscritto, a distanza di un anno dalla firma del protocollo d’intesa nazionale, un’integrazione all’accordo con i direttori Sud e Nord Sardegna di Unicredit, Giuseppe Murgia e Stefano Catani che prevede la creazione di un osservatorio regionale del mercato immobiliare per scandagliare lo scenario congiunturale del settore ed estrapolare dati attendibili sull’andamento delle compravendite e delle quotazioni immobiliari.

A livello regionale viene dunque attivato un coordinamento tra i centri studi dell’Ance Sardegna e di Unicredit. Inoltre l’istituto bancario aggiornerà trimestralmente i costruttori di Confindustria sugli accordi sottoscritti con le imprese, il numero di pratiche gestite e finanziate. Da entrambe le parti è stato sottolineato che l’accordo impatta realmente sul territorio ed è particolarmente rilevante per le imprese che a seconda del merito creditizio (rating) potranno accedere al finanziamento a condizioni diversificate. Garantita anche una risposta celere. Entro dieci giorni dall’acquisizione della pratica, hanno sottolineato dalla direzione regionale Unicredit, verrà data una risposta alle imprese richiedenti. Il comparto delle costruzioni è trainante per l’economia della Sardegna.

Lo dimostrano i numeri. Il valore degli investimenti nel settore sardo nel 2010 sono stimati in circa 3,4 miliardi di euro che corrispondono al 9,6% del Pil della Regione. E’ composta da 56 mila unità la forza lavoro che rappresenta il 48,5% dell’intera industria e il 9,4% degli impiegati dell’intero sistema economico regionale. Com

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »