Press "Enter" to skip to content

Da oggi al 6 settembre la undicesima edizione dell’Accademia Internazionale di Musica di Cagliari.

Ritorna l'appuntamento annuale con i corsi di alto perfezionamento dell'Accademia internazionale di Musica di Cagliarida oggi a martedì 6 settembre, l'iniziativa didattica promossa dall'associazione Sardegna in Musica con la collaborazione del conservatorio “G.P. da Palestrina” vive la sua undicesima edizione. Un'edizione che, annunciata come sempre nella prestigiosa anteprima parigina dello scorso marzo nella sede dell'Unesco, si presenta ai nastri di partenza grazie al contributo dellaRegione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, e Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio), della Provincia di Cagliari (Assessorato alla Cultura, Assessorato alle Politiche Sociali e Assessorato alle Attività Produttive e Turismo) e del Comune di Cagliari(Assessorato alla Cultura e Assessorato al Turismo).

L'alto numero di iscritti conferma la positiva tendenza degli ultimi anni: ben 129 allievi (quattordici in più rispetto alla passata edizione) di diciannove nazionalità diverse condivideranno le nove giornate di studio nelle aule del conservatorio cagliaritano. Ci sono francesi (18), coreani (13), russi (4), polacchi (3), spagnoli (3), cinesi (2), belgi (2), americani (2), austriaci (1), svizzeri (1), neozelandesi (1), turchi (1), ungheresi (1), inglesi (1), canadesi (1) kazaki (1), malesi (1). Ancora una volta, la maggiore presenza straniera è giapponese, con 34 allievi. Ma la novità di questa edizione è la cospicua rappresentanza italiana, che conta 39 iscritti, 34 dei quali sono sardi. E per 27 di loro (provenienti prevalentemente dal biennio superiore del “G.P. da Palestrina” e scelti in base al merito) le porte dei corsi si aprono grazie alle borse di studio offerte dall'Accademia.

Per questi giovani talenti, l'iniziativa didattica cagliaritana rappresenta un'importante opportunità di perfezionarsi sotto la guida di un corpo insegnante di levatura internazionale. Ne fanno parte concertisti e professori di scuole e istituzioni come l'Academy of “Fine Arts” di Berlino, il Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi e l'Ecole Normale Superieure de Musique “Alfred Cortot” (che come sempre offrirà ai migliori allievi tre borse di studio per frequentare i suoi corsi). Fra i docenti, si riconoscono anche quest'anno i pianisti Jean-Marc LuisadaJacques Rouvier e Fabio Bidini, il violinista Roland Daugareil, il flautista Jean Ferrandis, il violoncellista Philippe Muller, il soprano americano Peggy Bouveret, il quartetto d'archi Modigliani (i violinisti Philippe Bernhard e Loic Rio, il violista Laurent Marfaing e il violoncellista François Kieffer) per il corso di musica da camera. Per la chitarra, come sempre, sale in cattedra il cagliaritano (ma vive e lavora a Parigi da una ventina d'anni) Cristian Marcia, direttore artistico e cofondatore dell'Accademia insieme al fratello Gianluca, che ne è invece il presidente.

Tra le “new entry”, Birgitta Wollenweber (docente di pianoforte), Mihi Kim (flauto), Isabel Garcisanz (canto) e tre corsi strumentali, di clarinettooboe e viola, affidati rispettivamente a Nicolas BaldeyrouJean-Louis Capezzali e Anna Serova

Altra novità, "Porte aperte in H (Acca) - demia", ovvero la musica senza barriere, un progetto in collaborazione con l'assessorato alle Politiche sociali della Provincia di Cagliari dedicato alle categorie svantaggiate in generale, dalle persone con disabilità e handicap agli anziani, che verranno accolte come uditori alle lezioni insieme agli allievi: un'occasione per poter vivere da vicino la musica colta anche per chi musicista non è. 

Nove, intense giornate di studio e pratica musicali attendono dunque allievi e docenti nelle aule del conservatorio cagliaritano: un impegno quotidiano che prevede lezioni dalle nove del mattino alle otto di sera, più la consueta verifica del saggio-concerto che chiamerà i migliori allievi, scelti dai rispettivi insegnanti, a esibirsi sul palco dell'Auditorium del Conservatorio il pomeriggio di venerdì 2 e di domenica 4. 

Appendice alle attività didattiche, l'immancabile rassegna di concerti “Le Notti Musicali”, allestita in collaborazione con il Teatro Lirico di Cagliari: tre serate di musica - sabato 3, lunedì 5 e martedì 6 settembre – (tutte con inizio alle ore 21 e ingresso ad inviti che si possono ritirare al Box Office, in viale Regina Margherita) che vedranno gli stessi insegnanti nelle vesti di concertisti al centro dei riflettori del Teatro Lirico insieme ad altri ospiti. Tra questi spicca la presenza dell'attrice cagliaritana (anche lei trapiantata a Parigi) Caterina Murino, chiamata a rinnovare (sabato 3) l'incontro fra parole e musica con il chitarrista Christian Marcia già collaudato con successo l'anno scorso sullo stesso palco. E se allora furono le letture tratte da Jorge Amado e le note di Heitor Villa-Lobos a caratterizzare il recital, stavolta l'incontro si presenta nel segno di Grazia Deledda, con musiche dello stesso Marcia e arrangiamenti di brani dell'epoca ad accompagnare l'interpretazione delle pagine della scrittrice sarda. 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!