Press "Enter" to skip to content

Ripresi i lavori del Consiglio regionale sardo – Pl 83/A sul turismo golfistico, Pittalis (Pdl): “L’appello dei Riformatori va accolto su un argomento così importante”.

Nel suo intervento sulla proposta di legge sul turismo golfistico, Pietro Pittalis (Pdl) ha valutato in maniera positiva il testo, garantendo nel contempo nel rispetto del territorio e del paesaggio.

Il golf, secondo l'esponente della maggioranza bisogna, può essere utile per valorizzare l'industria turistica, perché il turismo golfistico può consentire - secondo Pittalis - alla Sardegna di garantire continuità alle strutture anche in bassa stagione e alla vendita dei prodotti che hanno il marchio sardo. "E' un'opportunità - ha affermato l’esponente del Pdl - in cui l’opposizione può dare un contributo costruttivo. Io dai Riformatori ho colto un appello sincero e non un ultimatum, un appello che va accolto. Materie come queste possono far parte di quel bagaglio che differenzia questa maggioranza da questa opposizione".

Per Claudia Zuncheddu (Sel - Comunisti - Indipendentistas) questa proposta di legge "potrebbe essere una scorciatoia per la speculazione edilizia. Il Pil come indice di benessere per chi? Il Pil non ha mai portato benessere per i popoli, ma la sua crescita non può essere illimitata perché strettamente legate alle risorse naturali, che non sono illimitate. Il benessere sociale, invece, è strettamente legato alla salute degli ecosistemi e non possiamo, quindi, consentire l'utilizzo dei territori". Secondo Zuncheddu "bisogna recuperare le nostre economie tradizionali". Red.