Press "Enter" to skip to content

Il premier: “Abbiamo perso, è evidente. Maggioranza coesa e determinata”

"Ora i milanesi devono pregare il buon Dio che non gli succeda qualcosa di negativo". Così il premier Silvio Berlusconi ha commentato la vittoria di Giuliano
Pisapia a Milano, assicurando che la città "non era amministrata male". E si è detto anche certo che a Napoli, dopo aver eletto De Magistris, "si pentiranno tutti moltissimo".

"Ho sentito Bossi, è d'accordo di andare avanti insieme". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi parlando del voto amministrativo, a Bucarest, e aggiungendo di non aver sentito il ministro dell'Economia Giulio Tremonti.

"Maggioranza coesa e determinata" "Abbiamo perso, è evidente" e "non c'è altra strada se non tenere i nervi saldi e andare avanti; la maggioranza è coesa e determinata" nel fare le riforme a cominciare dal "fisco, dalla giustizia e dal piano per il Sud". Il premier ha quindi aggiunto che "ogni volta che vengo sconfitto triplico le forze".

Il rientro a Roma è previsto per il primo pomeriggio di domani, dove in serata Berlusconi presiederà l'ufficio di presidenza del Pdl, convocato proprio per fare il punto sul voto.

"Adesso ci vediamo e faremo quello che serve per radicare molto di più il partito sul territorio, come eravamo già intenzionati a fare". Cosi' il premier Silvio Berlusconi risponde ai giornalisti che gli chiedono cosa significa cambiare il partito, se puo' voler dire che vanno mandati via i coordinatori del Pdl.

"Allargare? Allargare che cosa? Io faccio cure dimagranti per restare piu' in forma". Cosi' Silvio Berlusconi risponde ai giornalisti che gli chiedono se dopo la sconfitta ai ballottaggi bisognera' allargare la maggioranza. E davanti all'insistenza dei cronisti, Berlusconi sorride e dice: "dai che mi aspettano a tavola...", riferendosi alla cena offerta dal primo ministro romeno in occasione del vertice intergovernativo Italia-Romania

"Non so ancora niente". Così il premier Silvio Berlusconi rientrando in albergo dopo il vertice intergovernativo Italia-Romania risponde ai giornalisti che gli chiedevano un commento sull'esito dei ballottaggi.

I cronisti insistono: presidente sono andati male? "Vediamo, adesso vado su e poi faro' una dichiarazione".

Al termine del bilaterale italo-romeno, da programma ufficiale, non era prevista alcuna conferenza stampa dei due premier, Berlusconi e Boc, ma solo una dichiarazione congiunta. E tanto è stato.  

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!