Press "Enter" to skip to content

Amici della musica di Cagliari presenta la stagione concertistica 2011

Sarà la rassegna dedicata a “Il Pianoforte” a dare il la giovedì 26 maggio alle 21 presso il Teatro Massimo di Cagliari al variegato cartellone della Stagione Concertistica 2011 a cura degli Amici della Musica di Cagliari (con la direzione artistica di Lucio Garau).

L'esplorazione delle potenzialità espressive e della ricca gamma timbrica e armonica dello strumento a tastiera rappresenta infatti il fil rouge del primo ciclo di concerti in programma nel teatro “ritrovato” di via De Magistris (angolo viale Trento) fino all'8 settembre. Sei appuntamenti che tracciano un percorso dall'Età Barocca al Terzo Millennio, con inserti monografici incentrati sull'arte di Johann Sebastian Bach e Robert Schumann, piuttosto che le suggestioni tra parole e note del “Liszt Circle” (con la voce recitante di Mario Faticoni) tra incursioni nel Romanticismo e accenti impressionistici.

Ad inaugurare la prima tranche della rassegna “Il Pianoforte” sarà giovedì 26 maggio un raffinato interprete dello strumento a tastiera come Andrea Padova (allievo di Vitale, Ciccolini e Larsen,  “Trofeo Insound” come “Miglior Pianista Italiano” nel 2008) nella duplice veste di musicista e compositore tra pagine di Bach, Debussy e dello stesso Padova.

Viaggio tra Seicento e Duemila con Marco Carraroil 9 giugno – in un recital che accosta le note contemporanee di Crumb e Garau a partiture di Frescobaldi, Scarlatti e Bach. E proprio all'autore de “Il clavicembalo ben temperato” e delle “Variazioni Goldberg” sarà dedicato l'a solo del pianista e compositore cagliaritano Lucio Garau (il 23 giugno) tra Invenzioni a due voci e il Concerto Italiano BWV 971, mentre la performance di Antonio Sardi de Letto (il 7 luglio) privilegerà l'opera di Schumann, dalle Kinderszenen (Scene infantili) op. 15 alla Sonata in sol minore op. 22 a Humoreske op. 20.

A duecento anni dalla nascita di Liszt, “Il Pianoforte” rende omaggio all'artista ungherese con il “Franz Liszt Circle” che ricostruisce la temperie culturale ottocentesca e insieme la figura e l'opera del genio della tastiera (il 14 luglio) in un dialogo sonoro (intessuto di lettere, diari, articoli, poesia e musica) tra il pianista Roberto Piana e l'attore Mario Faticoni. Suggellerà la prima tranche della rassegna, incastonata nella Stagione Concertistica 2011 degli Amici della Musica di Cagliari, giovedì 8 settembre sempre alle 21 al Teatro Massimo il musicista calabrese Angelo Arciglione (già affermatosi sulla ribalta cagliaritana nella terna dei vincitori del Concorso Internazionale di Pianoforte “Ennio Porrino” 2010) che proporrà pezzi di Beethoven e Chopin, Liszt e Debussy.

La Stagione Concertistica 2011 degli Amici della Musica di Cagliari è patrocinata e sostenuta dal  MiBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Provincia e dal Comune di Cagliari, dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e dall'Assessorato al Turismo della Regione Sardegna, con il supporto della Fondazione Banco di Sardegna.

Biglietti: 5 euro

L’Associazione Amici della Musica di Cagliari 

 

 

Fondata nel 1977, l’Associazione gli Amici della Musica di Cagliari si è posta, al suo nascere, come principale obiettivo quello di diffondere la musica classica sul territorio e promuovere la musica da camera, il cui repertorio era, all’epoca della sua fondazione, assai trascurato, coll’intento di allargare il repertorio ad ambiti meno convenzionali, poco conosciuti e poco frequentati, guadagnando quel pubblico che disertava le sale da concerto “istituzionali”, valorizzando e promuovendo nel contempo i musicisti e compositori sardi e le tradizioni e risorse presenti in Sardegna. A questo programma si è mantenuta fedele negli anni, aggiornando le proposte, in aderenza ai tempi e alle nuove esigenze del pubblico e del mondo musicale.

 

Merito dell’Associazione, che vanta oggi, dopo trenta anni di attività, una presenza a livello internazionale, è stato quello di promuovere il mondo musicale sardo e favorire il necessario confronto con iniziative tutte puntuali (il Concorso Porrino, i Corsi di perfezionamento, la programmazione attenta delle stagioni concertistiche) ed estese: ha organizzato concerti sul territorio, concerti per le scuole, istituito borse di studio, collaborazioni con l’Università.

IL PIANOFORTE

Cagliari, Teatro Massimo

giovedì 26 maggio – ore 21:

Andrea Padova (pianoforte)

 

Johann Sebastian Bach

Aria Variata alla Maniera Italiana BWV 989

 

Johann Sebastian Bach

Concerto Italiano BWV 791  

Allegro, Andante, Presto

 

Andrea Padova

Koto (2011)

 

Claude Debussy

Suite Bergamasque

L’Isle Joyeuse

 

Andrea Padova si è imposto all’attenzione della critica internazionale con la sua vittoria allo “J.S.Bach Internationaler Klavierwettbewerb” nel 1995, e da allora ha iniziato una carriera internazionale che lo ha portato al debutto alla Carnegie Hall di New York nel 1998.  Il "Washington Post" ha scritto di lui: "Andrea Padova trasforma il suono in poesia. Il suo virtuosismo, dispiegato con sensibilità, risuona ad ogni battuta...".

E’ ospite regolare di prestigiose istituzioni europee ed americane (nella scorsa stagione ha suonato tra l’altro a New York, Washington, Chicago, Los Angeles, San Francisco, Montreal, Vancouver, Aix-en-Provence, Koeln, Mainz, Maastricht, Graz, Lisboa) .

I suoi dischi hanno ottenuto riconoscimenti da critici come Piero Rattalino e Harold C. Schonberg, che gli ha riconosciuto "una forte personalità, convinzione, libertà, stile". La sua incisione delle Fantasie di Bach è stata segnalata dalla rivista "CD Classica" come uno dei tre migliori dischi pianistici del 1997, insieme con quelli di Andras Schiff e Murray Perahia ("Best of 1997" - Riccardo Risaliti). 

Nel 2005 il suo disco dedicato a composizioni di Ferruccio Busoni è stato salutato con entusiasmo, tra gli altri, dall’autorevole rivista “Gramophone”: "He creates some of the same dark, sustained, organ-like tone that marks Rubinstein's hypnotic 1934 recording... An ideal advocate for Busoni”.

 

Dopo tanti anni dedicati alla musica classica, e all’interpretazione di Bach in particolare, Andrea Padova si presenta nella duplice veste di compositore ed interprete con il cd  Landscape in Motion (Stradivarius - 2006), proponendo brani per pianoforte solo, “in un linguaggio magicamente sospeso fra il rigore della musica classica, l'energia del jazz e la spontaneità della musica d’oggi (Premio “Le Veneri” 2006). 

 Nello scorrere i titoli del disco si notano tre dediche: a Bruce Springsteen, a Nick Drake e a Bill Evans, dediche che lui stesso definisce “ingenue, ma figlie dell’atto d’amore” verso alcune tra le sue passioni  extraclassiche.

Landscape in motion è il lavoro prezioso di un pianista di classe, ma è anche un disco che si lascia ascoltare, emozionando.

 

IL PIANOFORTE

Cagliari, Teatro Massimo
26 maggio – 8 settembre 2011   -   ore 21

 

26 maggio

Andrea Padova

Bach, Padova, Debussy

 

9 giugno

Marco Carraro

Crumb, Frescobaldi, Garau, Bach, Scarlatti

 

23 giugno

Lucio Garau

Johann Sebastian Bach

 

7 luglio

Antonio Sardi de Letto

Robert Schumann

 

14 luglio

Roberto Piana (piano) - Mario Faticoni (voce)

“Franz Liszt Circle”

 

8 settembre

 Angelo Arciglione

Beethoven, Chopin, Debussy, Berio e Liszt

More from ARCHIVIOMore posts in ARCHIVIO »