Press "Enter" to skip to content

Il Comune di Stintino approva il piano delle opere pubbliche e il bilancio 2011.

Il consiglio comunale di Stintino nei giorni scorsi ha approvato a maggioranza l’elenco triennale dei lavori pubblici per gli anni 2011, 2012 e 2013, l’elenco dei lavori pubblici annuali, il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2011, la relazione previsionale e programmatica e il bilancio pluriennale per il triennio 2010-2013. L’assemblea cittadina, sempre a maggioranza, ha approvato inoltre il rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2010.

A portare all’attenzione dei consiglieri il piano dei lavori pubblici è stato l’assessore Angelo Schiaffino che ha illustrato prima quelli relativi all’anno 2011 quindi il piano triennale. Il rappresentante della giunta Antonio Diana ha specificato i diversi interventi previsti per le opere stradali, di protezione dell’ambiente, per le risorse idriche quindi ancora per l’edilizia scolastica e pubblica e per altre infrastrutture importanti.

Un accento è stato posto sui lavori relativi alle strade che vedranno il completamento e la razionalizzazione della viabilità nella zona dell’Ovile del Mercante, un’opera che consentirebbe di asfaltare la "strada per l’Isola Piana", che dal campo sportivo arriva sino alla strada per la Pelosa. "Potrebbe in futuro – ha detto Angelo Schiaffino– risultare utile per agevolare il deflusso delle autovetture in uscita dalla spiaggia".

Tra le opere pubbliche un cenno importante è stato fatto al Museo della Tonnara, destinato a sorgere nell’ex edificio Alpi sulla strada panoramica di accesso al paese, per il quale "a disposizione ci sono due milioni di euro – ha detto l’assessore – in parte fondi regionali e in parte dell’amministrazione comunale. Su quest’opera riteniamo si possa approvare il progetto definitivo in giunta quindi appaltare". Per il "water front" del porto Minori, che includerebbe la riqualificazione della vicina Piazza dei 45, sono destinati un milioni di euro da un finanziamento Ras in fase di assegnazione. Tra i lavori ancora un parcheggio per il collegamento al Parco dell’Asinara, la sistemazione delle aree di sosta vicino al cimitero e l’illuminazione del centro storico.

In progetto, per dopo l’estate, il consolidamento della torre della Pelosa, in parte lo scorso anno interessata da lavori realizzati dalla Soprintendenza. "A disposizione c’è un finanziamento regionale di 135mila euro – ha ricordato Angelo Schiaffino– per avviare lavori che, rispettando le caratteristiche della struttura, consentano di recuperarla appieno".

L’amministrazione poi ha dedicato attenzione all’edilizia scolastica con l’ampliamento del complesso scolastico da destinarsi alla scuola dell’infanzia e l’adeguamento delle norme antincendio e contenimento energetico del complesso scolastico. Vengono previsti impianti fotovoltaici sulle scuole, sulla palestra e sul Municipio. Nel piano triennale delle opere infine, l’assessore ha ricordato quella per la realizzazione di una strada di accesso al porto di Tanca Manna, quindi per le opere di culto, per la realizzazione della casa di riposo degli anziani e infine quelle per l’adeguamento degli impianti elettrici e idrici del porto Marina di Stintino.

Il bilancio 2011 invece è stato illustrato dal sindaco Antonio Diana. Il primo cittadino nel suo intervento ha evidenziato che l’approvazione del Bilancio 2011 avviene in ritardo rispetto agli scorsi anni, ciò è dovuto ai tempi dettati dalle norme nazionali e regionali. Il sindaco ha analizzato nello specifico le risorse iscritte nel bilancio sia nella parte entrata che nella spesa e ha fatto presente che il bilancio si chiude a pareggio con 25.919.991,35 euro. "Il bilancio – ha sottolineato il primo cittadino - è strutturato in maniera prudenziale, infatti pur avendo la certezza di dover incassare circa 500.000 euro di Ici dal fallimento di Cala dei Rosmarini, tale risorsa non è stata iscritta a bilancio".

Il sindaco infine ha illustrato il rendiconto di gestione e ha ricordato ai consiglieri che lo stesso si è chiuso con un avanzo di amministrazione di 3.217.326,27 euro. Il consiglio quindi ha proseguito l’esame e le risposte alle osservazioni sul Puc. Com.