Press "Enter" to skip to content

Commissione Diritto allo studio: Accolta la richiesta dei lavoratori Ata ex Lsu per trovare copertura finanziaria ai mesi estivi fuori contratto

Commissione Diritto allo studio: Accolta la richiesta dei lavoratori Ata ex Lsu per trovare copertura finanziaria  ai mesi estivi fuori contratto

Un impegno a trovare la copertura finanziaria per i due mesi estivi non previsti dal contratto dei lavoratori Ata ex Lsu, dipendenti dei consorzi e delle ditte appaltatrici dei servizi di pulizie negli istituti scolastici. È quanto ha deciso oggi la commissione Diritto allo studio, presieduta da Attilio Dedoni (Riformatori Sardi – Liberaldemocratici) accogliendo la richiesta dei rappresentanti della Usb. Il presidente Dedoni ha assicurato che i commissari “sentiranno i propri capigruppo per far introdurre qualche norma specifica nel collegato e che si lavorerà per una possibile convenzione con la Regione, che possa coprire i due mesi scoperti”. Il presidente ha inoltre precisato che “l’ipotesi di una regionalizzazione della pubblica amministrazione impone di comprendere i costi che la nostra regione dovrà sostenere in prospettiva di un federalismo negletto”. La commissione si è impegnata a inviare una nota all’assessore competente in materia per l’apertura di un tavolo con lo Stato.

Federico Angius, coordinatore regionale della Usb lavoro privato, dopo avere esposto alla commissione l’incontro di ieri con il sottosegretario del ministero dell’Istruzione, Giuseppe Pizza, ha espresso al sua preoccupazione per il mantenimento dei livelli occupazionali a partire dal luglio 2011 e alla luce delle nuove ipotesi di gara.  “Il governo – ha spiegato Angius – si è impegnato in una proroga dei nostri contratti, scaduti alla fine del dicembre scorso, fino a giugno 2011. A partire dal 2012 le gare d’appalto saranno nazionali e affidate al Consip. Un’eventualità che ci preoccupa perché saremo ulteriormente precarizzati”. Il comparto ex Lsu e co.co.co. e la Usb hanno proposto al Miur l’internalizzazione dei servizi attualmente affidati a ditte esterne attraverso l’assunzione diretta, e l’attivazione di un tavolo tecnico alla presenza dei ministeri dell’Economia e delle Finanze e del Lavoro. È stato poi sentito in audizione il direttore generale degli Uffici scolastici regionali (Usr), Enrico Tocco, a cui la commissione ha domandato quali siano le ipotesi maturate in Sardegna sulla situazione degli ex Lsu. Tocco ha dichiarato che “informalmente” è prevista a livello nazionale una proroga dei contratti in atto, per cui “le scuole riceveranno i finanziamenti necessari fino al 31 agosto 2011. A partire da settembre 2011 – ha spiegato – ogni singola scuola dovrebbe gestire un appalto di dieci mesi, perché dal 1 settembre 2012 la gara dovrebbe essere gestita a livello nazionale dal Consip. I segnali – ha concluso Tocco – per i lavoratori sono abbastanza buoni, a parte per i due mesi scoperti”. Red

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!