Press "Enter" to skip to content

CCS Borderline ricorda il 27 gennaio con “Le persecuzioni dimenticate: i Triangoli rosa”.

 Al CCS Borderline, in via Rockfeller 16/c, a Sassari, in occasione della giornata della memoria che si celebrerà domani, giovedì 27 gennaio, nell'ambito degli appuntamenti con "Le persecuzioni dimenticate: i Triangoli rosa", si terrà un reading a cura di Maria Rosaria D'Andrea e Fabio Salis della compagnia teatrale del Disequilibrio e, a seguire, la proiezione del documentario Pargarph 175 con una ricostruzione della persecuzione dei triangoli rosa attraverso la testimonianza di alcuni sopravvissuti.

L'evento, organizzato in ricordo di quel 27 gennaio 1945 in cui le truppe dell'armata sovietaica entrarono nel campo di concentramento di Auschwitz e svelarono al mondo l'orrore del genocidio nazista, si propone di ricordare il passato per combattere la violenza del presente. Con questo motto il Movimento Omosessuale Sardo ha organizzato gli incontri per “ricordare” una delle persucuzioni naziste a lungo nascoste: i triangoli rosa. Nei lager nazisti ogni prigioniero indossava un triangolo colorato che ne indicava “il crimine”: verde per i criminali comuni, rosso per i detenuti politici, marrone per gli zingari, nero per gli asociali, rosa per gli omosessuali.

Gli altri appuntamenti in programma prevedono martedì 1 Febbraio il film "Aimèe & Jaguar" che propone la tragedia nazista da una prospettiva lesbica attraverso la storia d'amore di una nazista con un'ebrea, giovedì 3 la performance "Ricordando … che non ho niente da ricordare" della compagnai teatrale del Disequilibrio che affronta criticamente la tematica del ricordo, ed il 10 Febbraio che chiude la rassegna con l'incontro "R/Esistenze lesbiche nell'Europa nazifascista" a cui partecipa l'autrice del libro Paola Guazzo. Com.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!