Press "Enter" to skip to content

Arrestato per inosservanza dell’ordine a lasciare il territorio nazionale e sottoposto a fermo perché indiziato per furto aggravato in concorso con altre persone un nomade di 29 anni.

Ieri, in tarda mattinata, gli agenti della Squadra Volanti della Questura di Cagliari hanno arrestato per inosservanza dell’ordine del Questore a lasciare il territorio nazionale entro il termine di cinque giorni e sottoposto a fermo, perché indiziato per furto aggravato in concorso con altre persone non ancora individuate, Renato Ahmetovic, di 29 anni, residente presso il campo nomadi della strada statale 554.

Tutto è iniziato quando nella giornata di ieri il titolare della"Termosa S.r.l.", in via Ticca ha denunciato il furto di materiale, tra cui stufe a pellet, condizionatori, radiatori in ghisa e accessori per l’antinfortunistica, per un ammontare di circa 80-100mila euro. I ladri infatti, durante la notte precedente, dopo aver forzato il cancello d'ingresso e manomesso l'allarme, hanno portato via la merce.

Gli agenti, insospettiti, hanno quindi pensato di effettuare in primo luogo un controllo presso il campo nomadi vicino che ha rivelato che era stata infatti nascosta proprio lì gran parte della refurtiva, in parte danneggiata. Inoltre, il disoccupato, sul suo furgone Ford Transit, nascondeva all’interno del cassone di carico, delle moiette in ferro carbonico, piegate e nastrate con dello scotch, che il titolare della ditta ha riconosciuto senza ombra di dubbio come quelle che fermavano i colli sulle proprie pedane, tenuto conto che risultavano di identiche dimensioni e che, come le proprie, erano coperte dalla ruggine.

I poliziotti hanno proceduto al sequestro del furgone, affidato in giudiziale custodia alla ditta ACI di viale Monastir, delle moiette rinvenute al suo interno ed alla restituzione al legittimo proprietario della merce danneggiata e recuperata.

Il pregiudicato, al quale il 6 dicembre scorso era stato richiesto il ritiro della ricevuta in suo possesso circa la richiesta di un permesso di soggiorno, negatogli, risultava già espulso dal territorio nazionale con ordine del Prefetto di Cagliari del 21 luglio 2010, nonché destinatario di un Ordine del Questore di Cagliari di lasciare il territorio nazionale entro il termine di cinque giorni, notificatogli nella stessa data, al quale non aveva ottemperato.

Come disposto dal P.M. di turno presso il Tribunale Ordinario di Cagliari, la Dr.ssa Rossana Allieri, l'uomo, arrestato, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura di Cagliari in attesa del rito direttissimo, previsto per questa mattina durante il quale sono stati concessi i termini a difesa. Il nomade ora si trova presso la casa circondariale di Cagliari in attesa della convalida del fermo prevista nella giornata di lunedì 10 gennaio.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: Content is protected !!