Sport e Benessere – Il Drop Set – Rubrica a cura del dottor Andrea Melis

Andrea Melis ultima foto

Cagliari, 29 Sett 2019 – La terza e penultima metodica di allenamento ad alta intensità che vediamo questa settimana è quella del Drop Set maggiormente conosciuta ai più come

” Stripping ”.

La tecnica in questione consiste nell’eseguire l’esercizio sino ad esaurimento muscolare per poi decrementare il peso immediatamente, una oppure due volte, del 20/30% del carico utilizzato all’inizio.

In genere si esegue un doppio decremento e parliamo di ” Triple Drop Set ”, oppure un singolo decremento e parliamo di ” Double Drop Set ”.

Il Triple Drop Set è in genere la forma più comunemente conosciuta e utilizzata.

Ciclicamente lo si può inserire nella propria routine dell’allenamento con lo scopo di migliorare la forza massimale oppure quella resistente, o anche di produrre stimoli di natura specificatamente ipertrofica o metabolica.

È una tecnica che affatica il Sistema Neuromuscolare quindi è consigliabile usarla con cautela e preferibilmente non in maniera continuativa.

Fisiologicamente parlando lo Stripping risponde ai principi di ” Dimensione ” e ” Reclutamento ”.

Nel primo caso parliamo della capacità di questa tecnica di stimolare le unità motorie in termini di dimensioni dalle più piccole alle più grandi in relazione direttamente proporzionale alla loro capacità di produrre forza.

Dal momento che il carico va a decrementare il principio di Dimensione di eliciterà in maniera inversa.

Il principio di Reclutamento stabilisce che l’intervento di determinate unità motorie è correlato con l’intensità relativa, e quindi col carico specifico utilizzato.

Il massimo reclutamento delle unità si ottiene con un carico di circa l’75/80% del massimale, intorno alle 10/8 ripetizioni.

Facciamo un esempio pratico, abbiamo un esercizio composto da quattro serie da otto ripetizioni, il classico 4×8 per intenderci.

Mentre eseguiamo le prime tre serie normalmente, la quarta la completiamo in Stripping, ovverosia eseguiamo le otto ripetizioni poi immediatamente dopo scarichiamo del 20/30% il peso per eseguirne altre otto.

Concludiamo scaricando ulteriormente il peso con la medesima percentuale ed eseguiamo le ultime ripetizioni.

A seconda degli esercizi può essere utile il supporto di un compagno di allenamento per assicurarsi una corretta esecuzione tecnica al cospetto di una tecnica così impegnativa. A.M.

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com