Intesa tra Polizia di Stato e Università degli studi di Cagliari su prevenzione e contrasto ai crimini informatici

auto polizia davanti a questura di Cagliari

Cagliari, 12 Sett 2019 – La prevenzione e il contrasto ai crimini informatici delle infrastrutture critiche al centro dell’accordo tra la Polizia di Stato e l’Università degli Studi di Cagliari.

Il protocollo – si legge in una nota diffusa oggi dalla Questura di Cagliari – è stato siglato stamane, alla presenza del Questore di Cagliari dott. Pierluigi D’Angelo, dal Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Cagliari Prof.ssa Maria Del Zompo e dal Dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Sardegna dott. Francesco Greco.

Alla firma era presente anche il prof. Massimo Farina Data Protection Officer dell’Ateneo.

L’accordo prende le mosse dalla necessità di garantire un’elevata sicurezza al territorio e al suo sistema economico e sociale, ormai fortemente dipendenti da sistemi informatizzati, mediante una più stretta cooperazione, tra Enti pubblici così come previsto dal quadro Strategico nazionale e dal piano nazionale per la Protezione Cibernetica e la Sicurezza informatica.

Il protocollo – continua – ha lo scopo di sviluppare collaborazioni, condividere procedure e informazioni utili rappresentando un altro passo avanti, a livello regionale, nell’ambito dei rapporti sinergici finalizzati ad implementare le attività di prevenzione e contrasto dei crimini informatici, istituzionalmente demandati alla Polizia Postale e delle Comunicazioni.

La Polizia di Stato svolge già da tempo, in via esclusiva tramite il C.N.A.I.P.C., Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma, una rilevante attività di prevenzione e repressione dei crimini informatici, di matrice comune, organizzata o terroristica, che hanno per obiettivo le infrastrutture informatizzate di natura critica o sensibile e di rilevanza Nazionale.

La collaborazione – conclude il comunicato congiunto di Polizia e Università – si concretizzerà nella condivisione ed analisi di informazioni idonee a prevenire attacchi o danneggiamenti che possano pregiudicare la sicurezza delle infrastrutture informatiche dell’Università degli Studi di Cagliari, fino ad arrivare alla segnalazione di emergenze relative a vulnerabilità, minacce ed incidenti in danno della regolarità dei servizi di comunicazione e all’identificazione dell’origine degli attacchi subiti dalle infrastrutture tecnologiche universitarie. Com

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com