I giovani e i giochi online, i dati dell’Osservatorio nazionale

foto per articolo dI Antonello di Muccio

La nuova generazione è sempre più interessata dai giochi digitali. A dirlo sono i dati Istat che hanno registrato nel corso del 2018, una totale trasformazione del pubblico interessato al mondo del gioco online. Mentre in passato, la fascia di coloro che si interessavano al gioco d’azzardo era quella compresa tra i 30 e 50 anni, adesso invece c’è stata una vera e propria rivoluzione. Ad avvicinarsi al mondo del gaming online sono soprattutto, i più giovani, ovvero quelli di una fascia compresa tra i 24 e i 35 anni. Senza questi dati, il gioco ha dovuto anche cambiare un po’ la sua prospettiva perché altrimenti corre il rischio di non riuscire a rispondere alle esigenze di un pubblico sempre più in grande e soprattutto, digitalmente in formato.

La rivoluzione tecnologica ed il nuovo target del gioco online

Il target del gioco online è sostanzialmente cambiato per due fattori. Innanzitutto, la possibilità che si ha adesso di giocare facilmente da qualunque posizione ci si trovi grazie a quello che è l’innovazione tecnologica che ha interessato l’intero ambito. Un altro dettaglio di non poco conto, è anche l’incentivo che i principali produttori di questi giochi hanno messo in campo, ovvero abbassare il limite del deposito e cercare di concentrarsi su giochi sempre più creativi e accattivanti. Per quanto concerne l’innovazione tecnologica, oggigiorno, i principali produttori di giochi online si stanno interessando alla rivoluzione tecnica dei loro siti. Un portale come netbet.it, ad esempio ha messo a disposizione degli utenti un sito che permette un’attività da qualunque dispositivo mobile attraverso una piattaforma che sia leggera e responsive. In generale però, anche altri del settore, hanno creato dei siti o delle applicazioni che siano disponibili per tablet e dispositivi mobili. Un’altra cosa importante invece, è il fatto che sono cambiati anche molto i giochi offerti. Proprio perché il pubblico è più giovane e ha bisogno sempre di sfide e stimoli nuovi, si è deciso di puntare su un gioco innovativo e che magari sia anche di abilità. Questa sfida significa nuovi investimenti per chi opera nel mondo del business online.

I dati sul gioco online e gli investimenti nelle nuove tecnologie

Il gioco online è cresciuto a dismisura nel corso del primo trimestre del 2019 nonostante quelle che erano le previsioni iniziali. Infatti, sono circa 11,9% i punti che si sono stati rialzati rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Dopo l’impennata del 2016-2017 con 30 punti in percentuale in più in dodici mesi, se è vero che la crescita sei un po’ calmata, è anche vero che il mondo del gioco online non conosce battute di arresto. La rivoluzione digitale e la diversificazione del pubblico, si deve scontrare con la necessità di fare maggiori investimenti. È per questo che gli operatori del settore hanno ampliato almeno del 10% l’investimento in nuove tecnologie. Secondo le stima di Agimeg, sono in calo numerosi tipi di giochi classici come ad esempio, il poker che è sceso di 3 punti in percentuale. Invece il casinò continua a mantenere il suo fascino soprattutto nel pubblico degli evergreen. Nel frattempo però, la gamification che ha impreso un po’ tutti i settori del gioco online, sta iniziando a dimostrare di essere dura a morire. Il casinò, infatti, continua a essere il gioco preferito dagli italiani che lo hanno premiato con una nuova crescita del 5% anche nella fase iniziale del 2019. Bisogna sottolineare però, che il gioco online rappresenta solo il 20% della spesa totale degli italiani nel gioco in generale, ovvero quello delle sedi fisiche, delle slot e le vlt. Questo dato sembra essere destinato a modificarsi. Questo dipende un po’ anche dalle normative tutt’ora in gioco. Basti pensare che con il Decreto dignità, oltre a prevedere lo stop a qualunque tipo di pubblicità per il gioco online e quello fisico, è stata anche data una sorta di linea di indirizzo rivolta a tutte le amministrazioni locali per cercare di far chiudere o spostare dei luoghi sensibili le sale da gioco. Allontanare da scuole, uffici, chiese, cimiteri e qualunque altro spazio che sia considerato luogo di aggregazione, le sale slot è diventato un diktat che sta espandendo a macchia d’olio in tutta Italia. Questo atteggiamento, spinge sempre più persone ad avvicinarsi al mondo dell’online in quanto ci sarà il fattore della comodità, più quello della praticità nell’utilizzo a incentivare un gioco un po’ più personalistico. Sebbene non sarà più possibile pubblicizzare questi giochi, è anche vero che le piattaforme online si stanno già organizzando attraverso sistemi di scontistica e di incentivo, come ad esempio limiti deposito più basso per cercare di attirare un pubblico sempre crescente.

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com