Incendio devasta cattedrale di Notre-Dame di Parigi: crollata la parte superiore della guglia

Incendio devasta cattedrale di Notre Dame di Parigi

Parigi, 15 Apr 2019 – Un incendio è in corso nella cattedrale di Notre-Dame a Parigi. Un denso fumo nero si sta alzando dal centro di Parigi ed è visibile in gran parte della città. Secondo le prime indicazioni, l’incendio si sarebbe sviluppato da un’impalcatura presente sul posto per i lavori di restauro.

L’emittente Bfmtv riporta che la chiesa è stata evacuata e intorno i pompieri hanno istituito un ampio perimetro di sicurezza. Secondo la stessa emittente sono state dispiegate quattro scale molto alte e due elevatori a braccio. La polizia ha deviato il traffico nella zona per facilitare il compito dei vigili del fuoco.

Un incendio che aumenta di intensità con il passare dei minuti. I parigini si uniscono ai turisti sul lungosenna da cui si può vedere l’incendio in corso e seguono con il fiato sospeso la vicenda. La guglia della chiesa, simbolo della città, è stata divorata dalle fiamme al suo interno, e poi è crollata; gran parte del tetto è andata distrutta. I pompieri sono sulle scale e tentano di intervenire dall’alto per domare le fiamme.

Il presidente francese Emmanuel Macron, a causa del “terribile incendio che sta colpendo Notre-Dame a Parigi”, rinvia il discorso che avrebbe dovuto tenere alle 20 per annunciare le misure a seguito della contestazione dei gilet gialli e del Grande dibattito nazionale. Lo annuncia l’Eliseo, senza precisare a quando viene rinviato l’intervento.

Un giornalista Le Figaro Wladimir Garcin, riferisce nella diretta sul sito del giornale parigino che un comandante della polizia gli ha detto che l’incendio dovrebbe durare: “Brucerà a lungo”.

“Un terribile incendio è in corso nella Cattedrale di Notre-Dame di Parigi”. Lo scrive su Twitter il sindaco della capitale francese, Anne Hidalgo. I vigili del fuoco, aggiunge, “stanno cercando di controllare le fiamme. Si lavora in stretta collaborazione” con la Diocesi di Parigi. “Invito tutti – conclude –  a rispettare il perimetro della sicurezza!”

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com