Il giovanissimo direttore Michele Spotti debutta a Cagliari, il 12-13 aprile, per la Stagione concertistica 2019

Michele Spotti

Cagliari, 9 Apr 2019 – La Stagione concertistica 2019 del Teatro Lirico di Cagliari prosegue, venerdì 12 aprile alle 20.30 (turno A) e sabato 13 aprile alle 19 (turno B), con il settimo appuntamento che prevede un altro importante debutto a Cagliari: questa volta si tratta del giovanissimo direttore lombardo Michele Spotti (Cesano Maderno, 1993), considerato dalla critica uno dei più promettenti giovani direttori d’orchestra italiani, che dirige l’Orchestra del Teatro Lirico.

Il programma musicale delle due serate, si legge in una nota dell’ufficio stampa del Lirico di Cagliari, propone all’ascolto del pubblico la Quarta Sinfonia in la minore op. 63 di Jean Sibelius; Le Ebridi, ouverture in si minore op. 26 e la Terza Sinfonia in la minore “Scozzese” op. 56 di Felix Mendelssohn-Bartholdy.

Venerdì 12 aprile alle 11 è prevista, come ormai consuetudine, l’Anteprima Giovani, aperta alle scuole che potranno assistere, dalla I loggia, alla prova generale del concerto serale. (prezzi: posto unico € 3; informazioni: Servizio promozione culturale, telefono 0704082326; scuola@teatroliricodicagliari.it).

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

Sono disponibili da martedì 8 gennaio 2019 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

Michele Spotti – Direttore – Vincitore del Secondo Premio al Primo Concorso Internazionale per direttori d’orchestra d’opera dell’Opéra Royal de Wallonie di Liegi (primo premio non assegnato) e del Secondo Premio Spaziomusica di Orvieto, ottiene anche i Premi speciali che prevedono scritture nei teatri Carlo Felice di Genova e São Carlos di Lisbona. Frequenta il master in Direzione d’orchestra all’Haute École de Musique di Ginevra e compie gli studi musicali al Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano, dove si diploma a pieni voti in violino e direzione d’orchestra. Successivamente frequenta i corsi all’Accademia Chigiana di Siena con Gianluigi Gelmetti e Daniele Gatti. Ha partecipato a masterclass con Romolo Gessi, Lior Shambadaal, Vittorio Parisi e Pietro Mianiti ed è stato allievo effettivo alla prestigiosa Accademia per Direttori d’orchestra del Festival Yehudi Menhuin a Gstaad (Svizzera) con Nëme Jarvi, Leonid Grin e Gennady Rozhdestvensky. Il 31 agosto 2013 debutta al Teatro Mancinelli di Orvieto dirigendo Le nozze di Figaro (con la regia di Gabriella Ravazzi), in occasione del Laboratorio “Spazio Musica”. Nel maggio 2014 debutta al Teatro Rosetum di Milano in L’elisir d’amore di Donizetti, inserita nella Stagione lirica di Voce all’Opera, ottenendo un grande successo di pubblico e critica. Ha un’intensa attività concertistica in Italia, in particolare con i Pomeriggi Musicali con i quali si esibisce regolarmente. Nel marzo 2015 viene selezionato dalla Fondazione CRT di Torino come giovane musicista emergente per dirigere La figlia del reggimento di Donizetti. Partecipa, come assistente del direttore Gergely Madaras, alla realizzazione di Die Zauberflöte di Mozart al Grand Théâtre di Ginevra. Nel 2016 è riconfermato dalla Fondazione CRT del Piemonte per dirigere Lo zingaro barone di Johann Strauss. È selezionato da Gianandrea Noseda per la masterclass da lui tenuta al Conservatorio Verdi di Milano nell’aprile 2016, dirigendo il concerto finale. Michele Spotti è inoltre stato assistente di Alberto Zedda nella produzione di Ermione di Rossini all’Opéra di Lione, dove è recentemente tornato come assistente di Stefano Montanari nella produzione di La Cenerentola. In seguito viene scelto dalla prestigiosa Associazione Lirica e Concertistica Italiana (As.Li.Co.) per dirigere la XX edizione del Progetto OperaDomani, con più di cento repliche di Il Barbiere di Siviglia in tutta Italia. Tra gli impegni più recenti figurano: Il viaggio a Reims al Rossini Opera Festival di Pesaro e con Opera Lombardia; una serie di concerti con l’Orchestre Buisonnier a Ginevra e in tournée in Svizzera; assistente di Rani Calderon all’Opéra National de Lorraine in Nancy e nel Luxembourg per Un ballo in maschera; Hansel und Gretel con l’Orchestra Toscanini a Parma; Il Barbiere di Siviglia a Saint-Etienne; Il viaggio a Reims in tournée nei teatri di Bergamo, Pavia, Cremona; una nuova produzione di Don Pasquale a Montpellier. Gli impegni futuri lo vedranno impegnato in concerti a Milano con I Pomeriggi Musicali, a Liegi all’Opéra Royal de Wallonie, a Nancy all’Opéra Nationale de Lorraine ed all’Opéra-théâtre de Saint-Étienne. Michele Spotti dirigerà prossimamente Il matrimonio segreto al Festival di Martina Franca, Adina ovvero il Califfo di Bagdad di Rossini al Wexford Opera Festival, una nuova produzione di Barbe-bleu di Offenbach (regia di Laurent Pelly), Rigoletto all’Opera de Lyon ed Ernani all’Opera di Anversa. Com

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com