Sport e Benessere – Push Up: Tre errori comuni. Rubrica a cura del dottor Andrea Melis

Andrea Melis_Cagliari

Cagliari, 1 Apr 2019 – Uno degli esercizi a corpo libero più famosi nel mondo delle palestre e del fitness è senza dubbio, assieme alle trazioni alla sbarra, quello dei Push Up, più comunemente conosciuti, anche se in maniera erronea a livello di terminologia, come Flessioni o Piegamenti sulla braccia.

Questo esercizio a corpo libero per poter essere svolto al meglio necessita però di accorgimenti tecnici che vanno saputi essere metti in atto per evitare problematiche e infortuni.

In questo articolo inserirò delle immagini esplicative (Che chi segue la mia pagina Instagram vede spesso) realizzate da un mio bravissimo collega di Instagram (Pheasyque) utili ad accompagnarci in questo percorso di consapevolezza per questo esercizio scevro di tutte quelle informazioni nate per sentito dire o per sensazione.

Errore numero uno: la posizione delle spalle e delle mani in partenza.

Le spalle durante l’esecuzione devono essere extraruotate, le scapole devono essere addotte e depresse, le mani anch’esse extraruotate con il palmo ben poggiato.

tab 1

Il non mantenimento di questa posizione può portare ad infortuni e problematiche alle spalle ai gomiti e ai polsi.

Errore numero due: La larghezza delle mani.

Durante i Push Up è bene attuare un posizionamento con le spalle abdotte a 45° con i gomiti che in fase di partenza vanno verso le diagonali in basso, in tal modo si avrà un tipo di lavoro che andrà ad incidere sul muscolo pettorale, in particolare la porzione sterno-costale.

Una presa più stretta con mani, gomiti e spalle nella stessa linea verticale in fase di contrazione concentrica ci permetterà di reclutare maggiormente tricipiti e parte alta del petto (porzione Claveare).

tab 2

L’ultima posizione che vedete a destra, che molti purtroppo usano, con le spalle abdotte a 90° è il modo migliore per andare incontro nel tempo ad infortuni, conviene evitare.

Ultimo errore: La traiettoria nell’esecuzione.

Quando noi eseguiamo la Panca Piana (Che è l’esercizio con sovraccarichi identico ai Push Up) non utilizziamo una traiettoria lineare ma ad arco.

Ecco questo accorgimento è bene utilizzarlo anche nei Push Up per avere una miglior tecnica e pulizia esecutiva. A.M.

tab 3

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com