“Festival del mirto” 2018 parte da Ollolai, accordo con l’Unione dei Comuni della Barbagia: il 10 agosto presentazione.

Mirto' foto 1

Olbia, 2 Ago 2018 – Mirtò abbraccia la Sardegna. Il quarto festival del mirto partirà da Ollolai, con una presentazione in grande stile che coinvolgerà l’Unione dei Comuni della Barbagia. Il cuore dell’isola che batterà il 10 agosto proprio ad Ollolai, nel padiglione “Casa Sardegna” all’interno del Festival Mirtò. Si racconteranno le storie, la valorizzazione di tradizioni lunghissime che hanno il cibo come veicolo di cultura popolare. Pienamente nella vocazione di Mirtò, capace di passare da Porto Cervo, la vetrina del turismo di lusso e delle eccellenze, con lo straordinario successo di pubblico ottenuto lo scorso aprile, fino al cuore pulsante dell’interno dell’isola. Un primo appuntamento che anticipa di una settimana l’anteprima del Festival che sarà il 17 agosto a Porto Rotondo. Per arrivare ai giorni della kermesse vera e propria, che si svolgerà dal 18 al 20 agosto nel centro di Olbia. Un lavoro di promozione del territorio che diventa sempre più incisivo, attraverso nuove iniziative e nel solco di un marchio che è partito dalla Sardegna per diventare internazionale.

L’ultimo segno tangibile di un successo e una promozione dell’isola nel mondo, confermato dal lavoro svolto durante le riprese della serie “Catch-22”, con regista e protagonista George Clooney, che ha visto tutta la troupe omaggiata con le eccellenze del territorio della Gallura: dal mirto, appunto, ai vini del Consorzio di tutela del vermentino di Gallura Docg. “Come città di Olbia ringraziamo Mirtò per averci scelto nuovamente in qualità di sede della quarta edizione del festival, con questa importante novità della giornata del 17 agosto come anteprima a Porto Rotondo – sottolinea Marco Balata, assessore al Turismo del Comune di Olbia -. C’è poi l’importante collaborazione con l’Unione dei Comuni della Barbagia, un progetto di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche del centro Sardegna accolto con entusiasmo dal presidente, Efisio Arbau. L’evento, infatti, guarda a tutta la Sardegna, oltre ad essere una delle date di punta dell’estate olbiese”. Una linea di continuità con quello che dalla nascita è il dna di Mirtò: la promozione della Sardegna, attraverso il mirto e le altre eccellenze enogastronomiche, in mezzo alla gente, raccontando storie e tradizioni. “Siamo grati agli organizzatori del Festival Mirtò ed al Comune di Olbia per averci coinvolto in questa iniziativa” conferma lo stesso Arbau. Un ritorno alle origini per un festival che è capace di accompagnare anche la sua vocazione internazionale, come un Expò itinerante che dalla Sardegna e da Olbia guarda anche all’Italia e al mondo. Com

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com