Elezioni Politiche 2018 – I Parlamentari sardi e lo sviluppo delle imprese: Confartigianato Sardegna valuta l’attività di Deputati e Senatori nell’ultima Legislatura.

Confartigianato_Parlamentari

Cagliari, 13 Feb 2018 – Chi sono i Parlamentari sardi che più hanno ascoltato le imprese? Come hanno agito per sostenere la crescita e la competitività delle aziende? Qual è stato il loro contributo per sviluppare il mercato del lavoro? Quanto ha inciso la loro attività per la riduzione della pressione fiscale e della burocrazia nel sistema produttivo?

A queste domande del mondo delle imprese ha dato una risposta Confartigianato Sardegna, con il Presidente Antonio Matzutzi, il Vice Fabio Mereu e il Segretario Stefano Mameli, oggi a Cagliari, durante una conferenza stampa dal titolo “Parlamentari e imprese. 5 anni di Legislatura nell’analisi di Confartigianato”, nella quale è stata presentata l’analisi svolta sui 5 anni di lavoro di Deputati e Senatori sardi della XVII Legislatura.

Dopo 60 mesi di mandato politico Nazionale, l’Associazione Artigiana della Sardegna, anche attraverso l’attività svolta dal proprio Ufficio Nazionale per i Rapporti Istituzionali, ha analizzato, attraverso dati oggettivi e verificabili, gli atti prodotti dai Parlamentari eletti in Sardegna rispetto a 8 punti di interesse studiati dalla stessa Associazione Artigiana, e presentati a inizio legislatura, quali la riduzione della pressione fiscale, l’accesso al credito, il sostegno alla crescita e alla competitività, la semplificazione burocratica, gli incentivi alle imprese, il sostegno all’internazionalizzazione, lo sviluppo del mercato del lavoro e gli investimenti in infrastrutture ed energia.

Per ogni Esponente Politico è stata realizzata una scheda, all’interno della quale si trovano le proposte di legge presentate, le attività di sindacato ispettivo, gli ordini del giorno, gli emendamenti ovvero ogni singola attività in favore delle realtà imprenditoriali, secondo quanto reso pubblico dai siti di Camera e Senato e incrociato con i “fabbisogni” delle realtà produttive. Nello stesso documento, viene anche espressa una valutazione di ogni singolo Rappresentante secondo l’attività di relazione avuta con Confartigianato in Sardegna dall’inizio della Legislatura. L’analisi “ad personam” si chiude con l’assegnazione di una o più “coccarde”, simboliche ma altamente rappresentative del loro impegno.

Secondo il dossier, sono 10 su 27 i Parlamentari meritevoli di una valutazione “positiva”.

Confartigianato Sardegna, per il “Forte impegno sui temi delle imprese” proposti dall’Associazione, ha assegnato un riconoscimento simbolico, una piccola “coccarda”, ai Senatori Ignazio Angioni, Silvio Lai e Luciano Uras e ai Deputati Emanuele Cani, Lello Di Gioia, Siro Marrocu, Romina Mura, Giovanna Sanna, Andrea Vallascas e PierPaolo Vargiu.

Sempre simbolicamente, ha poi attribuito una seconda “coccarda” a Silvio Lai, Andrea Vallascas e PierPaolo Vargiu, per il continuo e proficuo “Confronto con l’Associazione”, emblema di massima vicinanza alle proposte da Confartigianato Sardegna e delle imprese.

“E’ nostro dovere, a fine mandato dare conto e, quando c’è, merito delle attività realizzate. Compatibilmente con la situazione economica del Paese, dobbiamo dire che c’è stata una importante attività in favore delle imprese e diverse nostre richieste sono state soddisfatte – affermano Antonio Matzutzi e Stefano Mameli, Presidente e Segretario di Confartigianato Imprese Sardegna – anche se, come sempre accade, si sarebbe potuto fare molto di più con il coinvolgimento di tutti i Parlamentari. Possiamo di certo dire che ci siamo fatti sentire accendendo la speranza delle aziende, anche con piccoli interventi, contribuendo a migliorare un “humus” imprenditoriale che sembra sempre meno adatto alle micro e piccole realtà”.

“Anche nella prossima Legislatura continueremo a lavorare nella direzione indicata da artigiani e piccoli imprenditori – concludono Matzutzi e Mameli – chiedendo alla Politica, ancora una volta, un reale coinvolgimento delle nostre istanze, che sono quelle delle migliaia di piccole e piccolissime realtà che, con grande fatica e sacrifici, cercano di resistere alla crisi”.

Confartigianato Imprese Sardegna ha poi presentato le proprie proposte per la prossima Legislatura “Per tornare a crescere”, suddivise in 6 punti: 1) Ridurre la pressione fiscale e semplificare il sistema tributario per rendere più competitivo il Paese 2) Favorire l’accesso al credito delle imprese 3) Sostenere la crescita e la competitività 4) Proseguire e migliorare gli interventi per il Lavoro e la Formazione 5) Costruire un percorso di successo per Impresa 4.0 e l’utilizzo del digitale.

Questi gli interventi dei Parlamentari approvati e di cui beneficiano le imprese:

Motorizzazioni in Sardegna: attività per risoluzione problematica blocco attività delle Motorizzazioni in Sardegna (Bianchi, Mura, Vallascas)

Autotrasporti: attività per risoluzione problematiche Albo Autotrasportatori (Bianchi, Mura, Vallascas)

Autoriparatori: libertà di scelta dell’autoriparatore da parte del cliente (Cani, G.Sanna, Vallascas)

Autoriparatori: diritto di cessione del credito (Cani e G.Sanna, Vallascas, Vargiu)

Autoriparatori: risarcimento integrale al cliente del danno per riparazione da parte di imprese di autoriparazione di fiducia (Cani, G.Sanna, Vallascas, Vargiu)

Efficientamento energetico: le misure di efficientamento energetico della spesa per acquisti della PA non devono escludere o discriminare le Medie Piccole Micro Imprese (MPMI) (Cani e G.Sanna)).

Lavoro stagionale: deduzione IRAP per lavoratori stagionali nel settore turistico balneare (Cani)

Donne lavoratrici autonome: estensione alle lavoratrici autonome del voucher baby sitting (Cani, G.Sanna)

Patronati: riduzione del taglio di risorse ai patronati (Cani, Marrocu, Angioni, Lai)

CAF: riduzione del taglio di risorse ai Centri di Assistenza Fiscale (Cani, Marrocu, Angioni, Lai, Uras)

Digitalizzazione: fondi per Made in Italy per digitalizzazione e connettività MPMI (Di Gioia)

Start up: fondi per agevolazioni start up innovative (Di Gioia)

Made in Italy: incremento di 3 milioni di euro per Piano Straordinario Made in Italy (Di Gioia)

Birrifici: riduzione accise e imposte per microbirrifici (Di Gioia e Marrocu)

Beni strumentali: credito di imposta per imprese che acquistano beni strumentali (Marrocu)

SRL semplificate: riduzione costi SRL semplificate (Capelli)

Lavoro: esonero contributivo al 100% per assunzioni nel mezzogiorno (Marrocu, Mura)

Imprese culturali: credito di imposta per le imprese culturali e creative per la produzione e promozione di prodotti e servizi culturali (Pes)

Assunzione donne: credito di imposta per assunzione donne nel mezzogiorno ed esonero contributivo all’80% per assunzioni a tempo indeterminato nel mezzogiorno (Pes)

Violenza Donne: incentivi per assunzioni per donne vittime di violenza di genere (Pes)

Violenza Donne: estensione del diritto al congedo per le donne vittime di violenza di genere, anche alle lavoratrici autonome (Pes)

Donne: credito di imposta per assunzione donne nel Mezzogiorno (Pes)

Donne: estensione congedo per maternità anche alle lavoratrici autonome (Pes)

Imprese e lavoro: sgravi contributivi per assunzioni a tempo indeterminato nel Mezzogiorno (Pinna e F.Sanna)

Imprese: sostegno per crescita, competitività e riduzione fiscale delle imprese (Piras)

Edilizia: proventi di sanzioni destinati alla riqualificazione urbana (Piras e G.Sanna)

Energia: adeguamento normativa nazionale alla Disciplina in materia di aiuti di Stato a favore dell’ambiente e dell’energia (F.Sanna)

Immobili: acquisizione, riqualificazione e reimpiego di immobili abbandonati per la valorizzazione dei piccoli comuni e centri storici (G.Sanna)

Legge sulla Concorrenza: interventi vari (G.Sanna)

Legge di Stabilità e Bilancio: interventi vari (G.Sanna)

Autoriparazione: scatole nere (G.Sanna)

Appalti: facilitazione dell’accesso delle MPMI alle procedure di affidamento degli appalti pubblici (informazione tempistica) (G.Sanna, Vargiu)

Appalti: suddivisione in lotti per gli appalti di maggiore complessità (G.Sanna, Vargiu)

Appalti: tutela delle minoranze linguistiche nella partecipazione degli appalti (G.Sanna, Vargiu)

Fondi piccoli Comuni: destinazione 10 milioni di euro al Fondo istituito dalla Legge per i Piccoli Comuni (G.Sanna)

Lavoro: disciplina del lavoro occasionale e libretto di famiglia (G.Sanna)

Rifiuti e Trasporti: proroga SISTRI e sospensione applicazione delle sanzioni (G.Sanna)

Impresa 4.0: estensione dell’utilizzo del Fondo per gli interventi di politica economica alle misure per favorire la digitalizzazione e la connettività (Vallascas)

Appalti: proroga al 2017 per esonero del contributo di licenziamento per cambio appalti (Vallascas)

Concessioni demaniali: criteri premiali per gli stabilimenti a basso impatto ambientale (Vallascas)

Crediti Pubblica Amministrazione: proroga compensazione cartelle esattoriali in favore delle imprese titolari di crediti commerciali nei confronti della PA (Vallascas)

Manifattura Digitale: Fondo per le imprese che si uniscono in reti d’impresa per lo sviluppo di attività innovative nel campo della manifattura sostenibile (Vallascas)

Legge Appalti: pagamento diretto subappaltatori, detrazioni su immobili residenziali ceduti dai costruttori (Vargiu)

SOA Edilizia: proroga del termine entro cui il possesso dei requisiti può essere sostituito dalle attestazioni (Vargiu)

Crediti: attività su compensazione crediti alle imprese (Murgia)

Lavoro Autonomo: estensione ai lavoratori autonomi del divieto di abuso di dipendenza economica (Angioni)

Apprendistato: stabilizzazione degli incentivi per l’apprendistato e rifinanziamento di 50 milioni di euro per l’apprendistato duale (Angioni, Cucca)

Assistenza Sanitaria: Istituzione di un Fondo di 80 milioni di euro in 3 anni per il caregiver familiare (Angioni, Cucca)

Camere di Commercio: Attività contro soppressione Camera di Commercio di Nuoro (Cucca)

Collaboratori domestici: Detrazione 80% delle somme corrisposte a titolo di retribuzione lorda dei collaboratori domestici dalle imposte dei contribuenti (Floris).

Lavoro e crescita economica: esclusione dal contributo “Resto al sud” per chi è già titolare di una attività di impresa in esercizio o di chi è titolare di un contratto a tempo indeterminato (Lai)

Locali artigianali: inclusione dei locali artigianali e commerciali in stato di abbandono tra i beni oggetto di valorizzazione e riuso (Lai)

Fisco e imprese: innalzamento da 5 a 7 anni del periodo di permanenza delle imprese dopo l’investimento per non perdere i benefici fiscali (Lai)

Codice appalti: valorizzazione delle esigenze sociali e sostenibilità ambientale degli appalti (Uras). Com

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com