Regione Sardegna – Peste suina, focolaio in allevamento di Aritzo. Abbattuti tre maiali e immediatamente attivato il cordone sanitario.

peste suina_nuovi abbattimenti in sardegna

Cagliari, 17 Gen 2018 – Erano oltre sei mesi che in Barbagia non si segnalavano focolai di Peste suina africana fra i maiali domestici. L’ultimo si era verificato a Sorgono lo scorso mese di luglio. La tregua si è rotta ieri in un allevamento in agro di Aritzo, ai piedi del Gennargentu, dove grazie al rapido e pronto intervento del servizio veterinario di sanità animale della ASSL di Nuoro, del personale del GIV (Gruppo di intervento veterinario regionale) e dell’Unità di Progetto per l’eradicazione della PSA sono stati abbattuti tre maiali. Sono state quindi attivate tutte le procedure per la bonifica e la messa in sicurezza dell’area e avviate le indagini epidemiologiche per capire come il virus sia potuto entrare nell’allevamento. Preziosa la collaborazione del sindaco Gualtiero Mameli, che ha firmato subito l’ordinanza di abbattimento e garantito la massima disponibilità a qualsiasi tipo di intervento di sua competenza. L’azienda sede di focolaio era stata sottoposta a controllo sanitario lo scorso 28 settembre con esito negativo per il virus e gli anticorpi della PSA.

Dall’Istituto zooprofilattico sperimentale, che si è occupato delle analisi di laboratorio sui campioni prelevati dai suini prima dell’abbattimento e di riscontrarne quindi la positività, hanno osservato che “la pratica del pascolo brado illegale, ancora in uso in alcuni territori dell’area e in forma costante nel confinante agro di Desulo, continua a rendere le zone del Gennargentu fortemente contaminate dalla malattia, con possibilità di contagio e di circolazione del virus particolarmente elevate”. Red-com

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com