Attività del personale della Polizia di Stato di Oristano: chiuso un night e una sala per scommesse.

volante questura di or

Oristano, 30 Gen 2016 – In occasione del Piano straordinario di Controllo del Territorio, disposto dal Questore di Oristano, Francesco Di Ruberto, la notte del 24 gennaio scorso sono stati effettuati numerosi controlli di Polizia, rivolti soprattutto ai locali di pubblico intrattenimento presenti nel capoluogo oristanese.

Bar, circoli, night e discoteche sono stati passati al setaccio dagli uomini della Polizia di Stato, al comando del Dirigente della Squadra Mobile, Vice Questore Aggiunto, Dario Mongiovì.

Impiegati nel servizio, oltre ai Poliziotti della Questura di Oristano, anche quelli del Reparto Prevenzione Crimine Sardegna di Abbasanta, Diretti dal Commissario Capo, Salvatore Pisanu.

Tante le irregolarità riscontrate e sanzionate ma è stata soprattutto la Discoteca ubicata nella zona artigianale di Cabras (OR) ad impegnare maggiormente il dispositivo.

Infatti, gli accertamenti da parte degli uomini della Squadra Amministrativa della Divisione P.A.S.I. della Questura di Oristano, diretta dal Vicario del Questore Primo Dirigente, Michele Abenante, hanno richiesto alcuni giorni di tempo e poi i gestori della Discoteca, già oggetto di diversi esposti da parte di residenti e commercianti, si sono visti recapitare un provvedimento di sospensione della licenza per giorni 15.

I motivi che hanno indotto il Questore ad applicare il provvedimento sospensivo, sono soprattutto frutto del ritrovamento all’interno dei locali di parecchia sostanza stupefacente e di persone gravate da pregiudizi penali e di Polizia.

Pochi giorni prima, a seguito dell’attività condotta dai Militari del Nucleo Mobile della Compagnia di Oristano della Guardia di Finanza, finalizzata al contrasto delle irregolarità diffuse nell’ambito della gestione dei Centri di Raccolta Scommesse Sportive On-line per conto di allibratori stranieri, il Questore di Oristano ha intimato ad un titolare di un esercizio di Uras (OR) di chiudere immediatamente l’attività.

Il gestore, per conto della Società Austriaca “Sks 365 Group Gmbh”, esercitava l’attività nella completa illegalità, non avendo mai presentato domanda tendente ad ottenere la prescritta licenza di Pubblica Sicurezza.

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com