Sulis: “Il Governo inserisca gli scali sardi tra gli aeroporti nazionali strategici”

“In merito a quanto affermato dal ministro per lo Sviluppo economico, Corrado Passera, sulla possibilità di recuperare alcuni aeroporti esclusi dal Piano nazionale varato dal Governo, la Confesercenti Sardegna ritiene che la nostra Isola abbia alcune peculiarità che consentano il recupero di almeno uno (se non addirittura di tutti e tre) degli scali sardi”. Lo dichiara Marco Sulis, presidente regionale della Confesercenti, che indica nella insularità “il principale limite allo sviluppo socio-economico della Sardegna. Va da sé che gli aeroporti di Alghero, Cagliari e Olbia vanno collocati tra quelli considerati strategici in ambito nazionale: è il solo modo per non tagliarli fuori dai finanziamenti europei e statali destinati allo sviluppo infrastrutturale”.

“Concordo – conclude Sulis – con quanto dichiarato oggi da Vincenzo Mareddu, presidente della Sogaer, circa la necessità di puntare con maggiore convinzione sul turismo, anche e soprattutto alla luce delle disastrose condizioni del comparto industriale. E questo passa necessariamente dai nostri scali aeroportuali. Pertanto, la Confesercenti chiede alla Giunta regionale e a tutti i parlamentari sardi, a prescindere dall’appartenenza partitica, di esercitare le dovute pressioni nei confronti del Governo, affinché sia garantita alla Sardegna una diversa collocazione nella mappa degli aeroporti strategici. Sarebbe anche un segnale di maggiore attenzione, dopo le tante vicende controverse che hanno visto la Regione penalizzata dallo Stato”.

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com