In arrivo un’ondata di gelo su tutta Italia

Gran freddo in arrivo in Alto Adige, con temperature che precipiteranno anche di 10°, dopo le piogge di questi ultimi giorni. Un’ondata di gelo che pian piano coinvolgerà tutto lo Stivale. Masse d’aria più fredda hanno raggiunto l’arco alpino spinte da correnti settentrionali. Inizialmente le temperature scenderanno solo in montagna e nelle valli spirerà ancora il föhn. Nevica sulla Sila, mentre a duemila metri le massime saranno di -13 gradi e 3mila metri scenderanno anche sotto i -20 gradi. Stamani alle 7 la temperatura registrata è stata di due gradi a Bolzano, -6 a Vipiteno e Brunico, -1 a Bressanone, 0 gradi a Merano e -3 a Silandro.

Domani, secondo il bollettino meteo della provincia, il tempo è previsto inizialmente molto soleggiato, in giornata sono attese velature da nordovest che diverranno via via più estese a fine giornata. Forti e diffuse gelate notturne, minime fra -17 gradi e -7. Temperature molto basse soprattutto nelle vallate innevate e senza vento. Le massime oscilleranno tra -7 e +1. In montagna, persistenza del forte gelo, però tempo abbastanza soleggiato. Nella notte possibilità di qualche fiocco di neve sulla cresta di confine.

 L’ aeroporto Marconi di Bologna alle 9.45 è stato chiuso per neve. Alle ore 12.30 verrà fatta un nuova verifica, per programmare la possibile riapertura dello scalo. La precipitazione a carattere nevoso che ha avuto inizio alle 4 di questa mattina – spiega una nota – ha attivato presso l’Aeroporto di Bologna tutte le attività di sgombero dalla neve delle infrastrutture di volo e le operazioni di sghiacciamento degli aeromobili. In aeroporto si è schierata  una squadra di 110 mezzi e circa 150 uomini dedicati alle attività di sgombero neve, sghiacciamento aeromobili e coordinamento dello scalo per la parte aerostazione passeggeri e per quella destinata alle attività di volo. Ciononostante, a causa dell’intensificarsi della precipitazione – conclude il comunicato – l’obiettivo primario di garantire la sicurezza operativa dello scalo ha comportato la chiusura dell’Aeroporto per condizioni meteorologiche avverse. 

Cade neve abbondante sulle montagne calabresi e nella zona del Pollino, pioggia e vento si stanno abbattendo su tutta la regione in queste ore. Dalla notte scorsa, sui monti della Sila c’è una bufera di neve. I mezzi della Provincia di Cosenza, operativi in inverno proprio per intervenire in situazioni critiche sull’altopiano, sono al lavoro per liberare le strade con grande fatica sulla Ss 107 che collega la Sila con Cosenza.

Neve anche sull’A3 Salerno-Reggio Calabria, tra Morano e Campotenese. L’Anas da ieri mantiene attivo il codice zero tra gli svincoli di Padula Buonabitacolo e Falerna. Sulle coste tirrenica e jonica calabrese ci sono forti mareggiate. Al momento, tuttavia, dalla sala operativa della Protezione civile regionale non si segnalano criticità. A Cosenza una frana si è verificata a Vadue, alcuni massi (già rimossi dai mezzi comunali) sono rotolati fin sulla strada non provocando danni. La perturbazione, riferisce la Protezione civile, sta già passando velocemente.

 Ad essere interessate da questa fase di maltempo, al momento, sono gran parte delle autostrade, che comunque sono ancora nel complesso percorribili. Lo comunica Autostrade per l’Italia. Nevicate moderate sono in corso sull’A1 tra Lodi e Terre di Canossa e tra Parma-Modena nord. Deboli nevicate tra il bivio A22 e Rioveggio, sull’A13 Bologna Arcoveggio e bivio A4, sull’A14 tra il bivio A1 e Forlì.

Autostrade per l’Italia invita gli automobilisti ad informarsi sulle condizioni meteo e della strada prima di partire e durante il viaggio. Inoltre, si raccomanda prudenza ai conducenti e si invitano i viaggiatori ad adottare particolari misure precauzionali: dotare il veicolo di catene a bordo o di pneumatici da neve; partire con piccoli generi di conforto a bordo in particolare se si viaggia con bambini; non ingombrare la corsia di emergenza e favorire il passaggio dei mezzi operativi e di soccorso; adeguare lo stile di guida alle condizioni della strada e mantenere opportune distanze di sicurezza dai mezzi che precedono; porre la massima attenzione ai messaggi dei cartelli a messaggio variabile; ascoltare Isoradio (103.3), RTL 102.5 o altre emittenti dedicate per gli aggiornamenti sulla effettiva evoluzione dei fenomeni meteorologici, al fine di poter scegliere eventuali percorsi alternativi. Per ulteriori informazioni è possibile chiamare il Call Center di Autostrade per l’Italia al numero 840.04.21.21. attivo h24.

 

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com