Arrestate dai carabinieri tre persone per spendita e introduzione nello stato senza concerto di banconote falsificate e ricettazione.

Questa mattina alle tre circa, a Samassi (Medio Campidano), i militari dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Sanluri (M/C), assieme ai colleghi della Stazione di Serrenti (M/C), hanno arrestato in flagranza di reato di “spendita e detenzione banconote falsificate”, Alessio Melis, 24 anni, di Cagliari ma residente a Villasor, (Cagliari), nullafacente, pregiudicato, Layoudi Tarik, di 22 anni, del Marocco, residente a San Giuseppe Vesuviano (Na), disoccupato e pregiudicato, Morchid Jaouad, 20 anni, del Marocco, residente Villasor, operaio pregiudicato. Anche questi due sono accusati di “spendita e introduzione nello stato senza concerto di banconote falsificate, ricettazione materiale provento furto, e possesso ingiustificato chiavi alterate e “spadino” o porto oggetto atto offesa persona (mazza baseball)”.

I tre alle due del mattino, all’interno di una discoteca di Samassi, hanno pagato il conto con delle banconote false. Quindi il gestore del locale, che si era accorto che il danaro era falso, ha chiamato subito i carabinieri che giunti sul posto hanno subito bloccato i giovani, che nel frattempo aveva tentato la fuga liberandosi nel frattempo di un pacchetto di sigarette dove vi erano gli euro contraffatti. Comunque e’ stato subito recuperato e anche i fuggiaschi sono stati bloccati. Quindi sono stati sottoposti a perquisizione personale e trovati in possesso di una banconota da 100 euro, dodici da cinquanta, 20 da venti euro.

In seguito i carabinieri hanno perquisito la vettura di proprieta’ di Melis dove e’s tata rinvenuta una mazza baseball e “spadino”. Inoltre, in casa del ragazzo sardo, sono stati recuperati 38 tessere sociali  moto club Villasor, rubate il 4 marzo del 2008, all’interno del circolo privato moto club Villasor, che aveva fruttato malviventi 3.000,00 euro circa in contanti e un autoradio rubato nello stesso anno da una vettura di un 24enne di Villasor. I pregiudicati sono stati poi condotti in caserma per le formalita’ di rito e poi condotti presso il carcere cagliaritano di Buoncammino dove rimarranno a disposizione dell’A.G.

 

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com