Al via lunedì a Cagliari la seconda tranche di “Traghetti di poesia”.

Al via lunedì (primo febbraio) a Cagliari la seconda tranche di “Traghetti di Poesia”, il festival in programma fino a mercoledì 3 nello spazio Search, il sottopiano del Palazzo Civico nel largo Carlo Felice.

Come nella prima edizione, che si è tenuta con successo lo scorso novembre, la kermesse organizzata dalla Provincia di Cagliari( Assessorato al Turismo, Politiche Culturali e Promozione Sportiva) con il patrocinio del Comune, propone anche stavolta un cartellonefitto di appuntamenti: tre serate di letture, incontri e approfondimenti in compagnia di autori e testimoni della scena poetica fra le due sponde del Tirreno, quella sarda e quella’continentale’, con un occhio di riguardo per il Meridione e una breve ma significativa sortita oltre confine.

MariaLuisa Spaziani, Elio Pecora, Ennio Cavalli e il siro-libanese FuadRifka sono fra i nomi più attesi di quello che il direttoreartistico Guido Oldani ha concepito come il “secondo capitolo diuno stesso libro”.

Inattesa del terzo, previsto per il prossimo aprile, “Traghetti diPoesia” lunedì riprende la rotta proprio nel segno di unacontinuità ideale fra un’edizione e l’altra: a salire perprimi sul palco, alle 17:30, saranno infatti i poeti sardi già applauditi due mesi fa nella tranche inaugurale del festival. PaoloZedda, Anna Cristina Serra, Giulio Angioni, Alberto Lecca, RobertoBelli, Lorena Carboni, Antonio Fiori e Franco Fresi leggeranno ognunoun proprio componimento prima di cedere la scena a una grandeprotagonista della poesia italiana degli ultimi cinquant’anni: MariaLuisa Spaziani. Classe 1924, la poetessa torinese lunedìapproda a Cagliari nella duplice veste di autrice ma anche di vocecritica e testimone di una lunga stagione letteraria: alle 18,proporrà dunque una riflessione sulla poesia del secondoNovecento; più tardi, sarà di nuovo al centro deiriflettori per chiudere con i suoi versi la serata.

Nelfrattempo, altri ospiti si saranno avvicendati sotto le volte delSearch. Come già nella prima edizione, la formula prevede inapertura di serata, alle 20:30, letture e incontri con i poeti sardi:quelli che compongono in limba, da un lato, e, dall’altro, quelli chescelgono invece l’italiano. Ad aprire la serie dei primi èGiovanni Fiori, poeta identitario di Ittiri (classe 1935), introdottoda Paolo Pillonca, giornalista ed esperto di lingua e letteraturasarda.

Aseguire, un autore sassarese che compone invece in italiano, GiovanniNuscis, che l’anno scorso ha pubblicato (per la casa editriceL’Arcolaio, di Forlì) la raccolta “La parola data”.

Spazioquindi agli ospiti in arrivo dall’altra parte del mare, cominciandocon l’abruzzese Luca Morricone, poeta ma anche direttore editorialedi “Lìnfera”, rivista di poesia, prosa e teatro cheaccoglie nelle sue pagine testi di autori affermati ma anche discrittori emergenti.

Reducedal successo raccolto all’ultimo Premio Viareggio per la poesia con“Libro Grosso”, sale poi sul palco Ennio Cavalli, cinquantadueanni, romagnolo di Forlì, autore di opere poetiche, romanzi eracconti nonché caporedattore culturale del Giornale RadioRai. Infine, l’attesissimo incontro con Maria Luisa Spaziani, asuggellare degnamente il primo giro di boa di “Traghetti diPoesia”..

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com