PROSEGUE DIBATTITO SULLA LEGGE FINANZIARIA (5)

Nel proseguo dei lavori è intervenuto l’on. Vargiu (Riformatori) che ha definito estemporaneo il sistema della fiscalità di vantaggio. “Su questi temi ci saremmo attesi una proposta di legge autonoma e una lunga valutazione in commissione degli effetti delle norme sul sistema economico, non un intervento formulato così dentro la Finanziaria”.

Per l’on. Giuseppe Atzeri (Psd’az) “sono necessari ossigeno e misure fiscali speciali per il mondo dell’imprenditoria sarda già gravato pesantemente dal costo dell’energia e del credito. Invece, all’interno dell’articolo 2 troviamo il dato anatomico del bifronte sanlurese: le defiscalizzazione è uno statalismo rancoroso”.

Ha poi preso la parola l’on. Luciano Uras capogruppo del PRC che ha spiegato la funzione dell’articolo 2: “Ridurre l’imposizione fiscale a favore delle imprese in cambio dell’aumento di lavoro a tempo indeterminato e della stabilizzazione dei lavoratori precari, e non della stabilizzazione del lavoro precario come erroneamente recita la norma”. Il capogruppo di Rifondazione si è chiesto poi quanta parte della Finanziaria è a favore dei lavoratori e quanta parte è direttamente o indirettamente a favore delle imprese, mentre sulle norme intruse ha detto: “Questa polemica è snervante l’importante è che la Finanziaria sia efficacia rispetto agli argomenti che si propone”.

Il presidente Spissu ha dato poi la parola all’Assessore alla programmazione on. Secci che ha negato la presenza di norme intruse nell’articolo 2 perché la materia dei tributi è tipica della manovra Finanziaria. Quanto alla detrazione Irap, riguarderà un importo significativo oltre 40 milioni di euro. Sull’emendamento 240 presentato dallo SDI (Zone C dei comuni), l’assessore ha annunciato l’impegno della giunta a trovare una risposta legislativa seria “quando avremo capito come intervenire al meglio anche ai fini ICI”. Sull’emendamento 872 (Bed and Breakfast, strutture ricettive) l’intendimento era quello di fare emergere l’evasione, ma a questo punto può essere ritirato.

Per la commissione il presidente Cucca ha fornito il parere sugli emendamenti; a seguire l’assessore Secci ha espresso il parere della giunta. Dopo una prima votazione nel corso della quale sono intervenuti gli onorevoli Mariano Contu (FI), Luciano Uras (PRC), Sergio Pisano (Riformatori), Raimondo Ibba (SDI), Franco Ignazio Cuccu (UDC), e Pierpaolo Vargiu (Riformatori), interventi nel corso dei quali maggioranza e opposizione hanno affermato rispettivamente l’importanza della sicurezza nei luoghi di lavoro, dei controlli della Regione ma anche “Del sostegno reale alle imprese non con incentivi così poco incentivanti”, il presidente Spissu ha sospeso i lavori per consentire alla commissione bilancio di proseguire nell’esame degli emendamenti.

I lavori del Consiglio Regionale riprenderanno domani alle 10.

 

Condividi su...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com